Bref


Come pulire lo scopino del bagno: consigli e trucchi

A lungo andare, man mano che viene utilizzato, lo scopino del water si impregna di sporco e di odori poco piacevoli. Ma non è necessario sostituirlo comprandone uno nuovo: ci sono diversi metodi per detergerlo a fondo liberandolo da puzza e residui. Scopri quali trucchi ci sono per fare tornare lo scopino del tuo bagno come fosse nuovo così che possa adempiere efficacemente alla sua funzione di alleato per la pulizia del WC!

Il bagno è una parte fondamentale della casa, dove passiamo molto tempo e che ci vede nei giorni più belli come in quelli più brutti. Viste le sue funzioni è importante che sia un ambiente profumato e pulito, per noi e per i nostri ospiti. Tuttavia non basta limitarsi a detergerne le superfici e i sanitari: alle volte dopo una sessione completa di igienizzazione possono ancora persistere odori sgradevoli – può infatti capitare che alle pulizie sia sfuggito lo scopino del water. Questo indispensabile accessorio tende infatti a sporcarsi in fretta e ad accumulare acqua maleodorante nel suo contenitore, che può persino ristagnare per giorni dispiegando nell’ambiente spiacevoli fragranze. Per risolvere questa sgradevole situazione non ti devi necessariamente liberare dello spazzolone! Basterà invece adottare qualche piccolo accorgimento per farlo tornare pulito e profumato. Scopri come pulire lo scopino del bagno con efficacia!

Come pulire lo scopino del WC: liberalo dai batteri

Lo sporco che si accumula sullo spazzolone del water non è solo sgradevole e maleodorante, ma pullula anche di batteri e germi che sono di passaggio nel tuo WC. Cosa mettere nello scopino del bagno, dunque, per eliminare gli ospiti sgraditi? Il primo passo per una disinfezione a fondo dello scopino è riempire il suo contenitore con acqua calda e un detergente a tua scelta; a questo scopo puoi usare la candeggina oppure una soluzione di acqua e aceto. Se il livello di sporcizia lo richiede, in combinazione puoi anche cospargere lo spazzolone con del bicarbonato, immergerlo nella soluzione e lasciare agire almeno per qualche ora. Nel caso volessi aggiungere un tocco di freschezza e di profumo per coprire l’odore di candeggina, aggiungi qualche goccia di olio essenziale (ad esempio di lavanda, eucalipto, menta…) alla soluzione. Naturalmente più lo scopino rimane in ammollo, più efficace sarà la sua igienizzazione, perciò ti consigliamo ad esempio di lasciarlo riposare durante la notte.

Ricordati infine di svuotare il contenitore del tuo scopino WC quotidianamente, poiché è l’acqua ristagnante la causa principale dei cattivi odori. Per una igiene completa ti suggeriamo quindi di provvedere a pulire lo scopino del bagno il più spesso possibile, se riesci anche ogni giorno.

Come pulire lo scopino del WC: manico pulito, mani pulite

Per una igiene completa non basta però pulire lo scopino del bagno. Oltre allo spazzolone è importante occuparsi anche della disinfezione del manico dello scopino per evitare la trasmissione di germi ogni volta che lo utilizzi. Per farlo puoi servirti di una soluzione spray con acqua e candeggina oppure, per una versione più sostenibile, acqua e aceto: spruzzala sul manico, lascia agire qualche minuto e asciuga con carta assorbente. Se possibile, esegui questa operazione una volta al giorno.